FORMAZIONI ONLINE 14 E 15 LUGLIO

Il primo assioma della comunicazione ci insegna che “Non si può non comunicare. Non esiste un qualcosa che sia un non-comportamento. Le parole, il silenzio o l’attività hanno valore di messaggio, influenzano gli altri e gli altri a loro volta rispondono a tale comunicazione”.

Ma quali sono i meccanismi, le forme e le strategie che ci permettono di comunicare?

E quanto la comunicazione dipende dalle influenze culturali?

Per creare una relazione d’aiuto chiara e trasparente e comprendere le potenzialità della comunicazione interculturale, il 14 luglio, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e il 15 luglio, dalle ore 15:00 alle ore 18:00, vi proponiamo due formazioni online sulla piattaforma Zoom rivolte alle operatrici e agli operatori dei servizi territoriali (segretariati sociale, del lavoro, sportelli di inclusione, etc…) della regione Abruzzo.

È possibile iscriversi ad entrambe le formazioni o ad una sola delle due, a seconda della preferenza.

SI RILASCIA ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE SU RICHIESTA

INCONTRO UNO

Strategie di comunic-azione verbale e non verbale: flessibilità relazionale e rispecchiamento
14 luglio 2020, dalle ore 10:00 alle ore 13:00

Interviene:

Fabio Gardelli, Psicoterapeuta, Formatore e Co-Fondatore N.E.C.

Potete iscrivervi a questo link: https://forms.gle/ebg98HzAVKGyDJUq5
La mattina della formazione
vi verrà inviata una mail contenente il link per accedere alla formazione

INCONTRO 2

Questione di punti di vista: Reframing e comunicazione interculturale
15 luglio, dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Intervengono:

Fabio Gardelli, Psicoterapeuta, Formatore e Co-Fondatore N.E.C.

Francesco Lo Piccolo, giornalista e presidente Associazione Voci di Dentro

Potete iscrivervi a questo link: https://forms.gle/k7QafjURfVEPgKJD7
La mattina della formazione vi verrà inviata una mail contenente il link per accedere alla formazione


Per maggiori informazioni:

Antonio Giammarino
a.giammarino@ontheroad.coop
+39 370 3172097

Vi aspettiamo!

Progetto co-finanziato dall’Unione Europea.

Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020 – Obiettivo Specifico 2 Integrazione/Migrazione Legale – Obiettivo Nazionale ON2 – Integrazione/Migrazione legale- Autorità delegata – PRIMA: Progetto per l’integrazione lavorativa dei Migranti – Progetto dal titolo: “Lavoro Migrante- REILAB Rete per l’inclusione il lavoro e il bene comune” Cod. Prog. 2425


FORMAZIONI ONLINE 7 e 9 LUGLIO

Il fenomeno della tratta e dello sfruttamento di esseri umani è una violazione dei diritti umani di dimensioni enormi, che coinvolge almeno più di 20 milioni di persone in tutto il mondo, di cui solo qualche centinaia sono riconosciute come vittime e supportate nel loro processo di inclusione sociale. La vera sfida è riuscire a costruire un sistema multi agenzia sempre più integrato capace di intercettare in anticipo le situazioni di tratta e sfruttamento e attivare percorsi di fuoriuscita.

Ma come sostenere le cittadine e i cittadini stranieri nei processi di affrancamento da vissuti di tratta e sfruttamento?

Allo scopo di condividere know how, competenze, costruire un sistema multi agenzia sempre più integrato e capace di intercettare in anticipo le situazioni di tratta e sfruttamento e attivare percorsi di fuoriuscita, vi proponiamo, il 7 luglio e il 9 luglio, dalle ore 15:00 alle ore 18:00, due formazioni online sulla piattaforma Zoom rivolte alle operatrici e agli operatori dei servizi territoriali (segretariati sociale, del lavoro, sportelli di inclusione, etc…) della regione Abruzzo.

Si può partecipare ad una o entrambe le formazioni, a seconda della preferenza.


INCONTRO UNO

Dalle esperienze di tratta ai percorsi di integrazione:
come sostenere le cittadine e i cittadini stranieri nei processi di affrancamento da vissuti di violenza

7 luglio 2020, dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Intervengono:

Guido Talarico, Avvocato della Cooperativa Sociale On the Road
La normativa nazionale ed europea sul fenomeno della tratta e lo sfruttamento degli esseri umani

Stefania Massucci, Coordinatrice progetti Antitratta “ASIMMETRIE 3” Cooperativa Sociale On the Road
Il sistema antitratta, i progetti territoriali e i servizi messi in campo contro la tratta e il grave sfruttamento

Luana Lamelza, Coordinatrice Settore Emersione ASIMMETRIE 3 Abruzzo-Molise Cooperativa Sociale On the Road
L’identificazione e la presa in carico delle vittime di tratta

Felicia Zulli, Coordinatrice progetti FAMI Cooperativa On the Road
I progetti d’intervento territoriali per l’inclusione socio-lavorativa dei cittadini di Paesi Terzi

Iolanda Monaco e Roberta Spallone, operatrici sportelli Integrab e Reilab Cooperativa On the Road
La presa in carico multisciplinare dei cittadini di Paesi Terzi e la definizione congiunta del progetto d’inclusione

Discussione e conclusioni

Potete iscrivervi a questo link: https://forms.gle/eXVxkcSuYW3w2Tc47
Una volta iscritti vi verrà inviata una mail contenente il link per accedere alla formazione, sarà possibile accedere dalle 14:45 in poi.


INCONTRO DUE

Tratta, sfruttamento lavorativo e caporalato:
come sostenere le cittadine e i cittadini stranieri nei processi di affrancamento da vissuti di sfruttamento

9 luglio, dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Avvio dei lavori con:    

 Fabio Sorgoni, Responsabile Area Tratta Cooperativa Sociale On the Road
Tratta, sfruttamento lavorativo e caporalato: i progetti di On the Road in Abruzzo e Molise

Sessione partecipata:
“Alla scoperta dello sfruttamento lavorativo in Abruzzo: fenomenologia, territori e strategie di contrasto”

Intervengono:

Davide Di Rado, operatore Settore Emersione “ASIMMETRIE 3 Abruzzo-Molise” Cooperativa Sociale On the Road

Luana Lamelza, Coordinatrice Settore Emersione “ASIMMETRIE 3 Abruzzo-Molise” Cooperativa Sociale On the Road

Lidia di Pietro, Vice Direttore della Caritas Diocesana di Avezzano

Discussione e conclusioni

Potete iscrivervi a questo link: https://forms.gle/VfH3TE1Q3T4So8DU7
Una volta iscritti vi verrà inviata una mail contenente il link per accedere alla formazione, sarà possibile accedere dalle 14:45 in poi.


Per maggiori informazioni:

Antonio Giammarino
a.giammarino@ontheroad.coop
+39 370 3172097

Vi aspettiamo!

Progetto co-finanziato dall’Unione Europea.

Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020 – Obiettivo Specifico 2 Integrazione/Migrazione Legale – Obiettivo Nazionale ON2 – Integrazione/Migrazione legale- Autorità delegata – PRIMA: Progetto per l’integrazione lavorativa dei Migranti – Progetto dal titolo: “Lavoro Migrante- REILAB Rete per l’inclusione il lavoro e il bene comune” Cod. Prog. 2425


Le misure previdenziali e assistenziali per i cittadini di Paesi Terzi

Le misure di carattere previdenziale e socio-assistenziale, a tutela dei diritti individuali dei cittadini, sono molteplici. La previdenza individuale, i congedi parentali, le misure di sostegno al reddito, l’invalidità civile, ne sono solo alcuni esempi. Compito del patronato, tra gli altri, è quello di garantire l’accesso a tali prestazioni, attraverso attività di informazione, orientamento e assistenza professionale.

Ma quali sono le misure di previdenza e assistenza a cui possono accedere i cittadini e le cittadine di Paesi Terzi? Come prendere in carico i cittadini e le cittadine che hanno diritto ad accedervi?

Per veicolare le informazioni necessarie a gestire l’orientamento e l’eventuale presa in carico dei cittadini e delle cittadine che hanno diritto ad accedere a queste misure, il 1 luglio, dalle ore 15:00 alle ore 17:00, sulla piattaforma Zoom, si terrà il terzo incontro di un percorso formativo pratico e teorico rivolto alle operatrici e agli operatori dei servizi territoriali (segretariati sociale, del lavoro, sportelli di inclusione, etc…) della regione Abruzzo.

Giuseppe Visco, Direttore provinciale patronato INCA di Chieti, spiegherà le misure e relativi requisiti d’accesso, attraverso la condivisione di strumenti pratici finalizzati al supporto della presa in carico. Sarà dato ampio spazio, inoltre, a dibattiti e domande per stimolare la creazione di protocolli operativi finalizzati ad una gestione sinergica e multidisciplinare delle richieste.

Iscriviti alla formazione online a questo link: https://forms.gle/if3s7xbuMeG4PTDt7

Una volta iscritti vi verrà inviata una mail contenente il link per accedere alla formazione, sarà possibile accedere dalle 14:45 in poi.

Per maggiori informazioni:

Antonio Giammarino
a.giammarino@ontheroad.coop
+39 370 3172097

Vi aspettiamo!

Progetto co-finanziato dall’Unione Europea

Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020 – Obiettivo Specifico 2 Integrazione/Migrazione Legale – Obiettivo Nazionale ON2 – Integrazione/Migrazione legale- Autorità delegata – PRIMA: Progetto per l’integrazione lavorativa dei Migranti – Progetto dal titolo: “Lavoro Migrante- REILAB Rete per l’inclusione il lavoro e il bene comune” Cod. Prog. 2425


Catalogo di offerte formative e lavorative (AGGIORNATO 29 GIUGNO 2020)

Vi proponiamo un catalogo, in continuo aggiornamento, in cui troverete molte offerte di lavoro e di formazione per le province di Chieti e Teramo riguardanti vari ambiti:

  • Addetto pulizie
  • Addetto spiaggia
  • Muratore
  • Idraulico
  • Carpentiere
  • Aiuto Cuoco
  • Cameriere di sala
  • Apprendista macellaio
  • Ferraiolo/carpentiere edile
  • Elettricista

Per maggiori informazioni sulle modalità di invio delle domande scaricate il catalogo che trovate nell’articolo!

Photo by fauxels from Pexels


DECRETO RILANCIO: le principali misure a sostegno del reddito

Tra le varie misure varate dal Governo con il Decreto Rilancio (D.L. 34/2020), troviamo il Reddito di Emergenza (Articolo 82 D.L. 34/2020), una misura di sostegno volta ad aiutare coloro che versano in stato di necessità in seguito all’emergenza Coronavirus. L’integrazione reddituale interessa, in particolare, i nuclei familiari che si trovano in condizioni di necessità economica a causa dell’emergenza COVID-19 e che verranno individuati secondo specifici requisiti personali, reddituali e patrimoniali.

Come prendere in carico coloro che hanno i requisiti per accedere al reddito di emergenza?

Per veicolare le informazioni necessarie a gestire l’orientamento e l’eventuale presa in carico dei cittadini e delle cittadine che hanno diritto ad accedere a questa ed altre misure previste dal Decreto Rilancio, il 25 giugno, dalle ore 16:00 alle ore 18:00, sulla piattaforma Zoom, si terrà il secondo incontro di un percorso formativo pratico e teorico rivolto alle operatrici e agli operatori dei servizi territoriali (segretariati sociale, del lavoro, sportelli di inclusione, etc…) della regione Abruzzo.

Giuseppe Visco, Direttore provinciale patronato INCA di Chieti, spiegherà le misure e i relativi requisiti d’accesso, attraverso la condivisione di strumenti pratici finalizzati al supporto della presa in carico. Sarà dato ampio spazio, inoltre, a dibattiti e domande per stimolare la creazione di protocolli operativi finalizzati ad una gestione sinergica e multidisciplinare delle richieste.

Iscriviti alla formazione online a questo link: https://forms.gle/aSQrnpBvUD9bK7fh6

Una volta iscritti vi verrà inviata una mail giovedì mattina contenente il link per accedere alla formazione, sarà possibile accedere 15 minuti prima dell’inizio della formazione.

Per maggiori informazioni:

Antonio Giammarino
a.giammarino@ontheroad.coop
+39 370 3172097

Vi aspettiamo!

Progetto co-finanziato dall’Unione Europea

Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020 – Obiettivo Specifico 2 Integrazione/Migrazione Legale – Obiettivo Nazionale ON2 – Integrazione/Migrazione legale- Autorità delegata – PRIMA: Progetto per l’integrazione lavorativa dei Migranti – Progetto dal titolo: “Lavoro Migrante- REILAB Rete per l’inclusione il lavoro e il bene comune” Cod. Prog. 2425


Rete per l’inclusione lavorativa: i primi esiti dei Focus Group provinciali

Si sono conclusi i primi Focus Group nelle città di Teramo, Pescara, Chieti e L’Aquila, realizzati nell’ambito del progetto FAMI PRIMA “Reilab: Lavoro Migrante”.

Gli incontri hanno registrato la partecipazione di numerosi attori istituzionali, referenti dei servizi del lavoro, della formazione, delle associazioni datoriali, dei sindacati e di rappresentanti di associazioni di migranti (Prefettura di Teramo, Centri per l’Impiego, Ispettorato del Lavoro, Associazioni ed Organizzazioni del Terzo Settore).

I Focus Group nascono con l’intento di individuare quali possano essere le risposte concrete del sistema Abruzzo alle esigenze di integrazione lavorativa dei migranti. Durante i primi incontri sono stati indagati i bisogni occupazionali dei Cittadini di Paesi Terzi e le ragioni delle loro maggiori difficoltà ad accedere ai servizi di collocamento e formazione.

Questi primi confronti tra i gli interlocutori sono stati molto partecipati, a sottolineare quanto sia sentita l’esigenza di innovare e rafforzare tutto il sistema dei servizi regionali che dialoga con i cittadini stranieri. Grazie alla metodologia utilizzata, ovvero il confronto per piccoli gruppi, è stato possibile affrontare completamente i vari temi emersi e analizzare le proposte e i suggerimenti dei presenti su come potenziare i servizi esistenti o attivarne di nuovi.

Tra i primi temi affrontati quello del potenziamento dei “bisogni pre-lavorativi” personali degli stranieri in ingresso nel mondo del lavoro abruzzese, quali: la conoscenza della lingua italiana, dell’iter per l’inserimento lavorativo, dell’organizzazione degli ambienti di lavoro (orari, pause, etc…); così come la conoscenza dei diritti e dei doveri del lavoratore, dell’iter per ottenere il riconoscimento del titolo di studio acquisito nel Paese di origine, l’importanza di un contratto regolare e di una retribuzione adeguata.

Il dibattito si è poi focalizzato su come andrebbero riorganizzati i servizi esistenti per rispondere a questa tipologia di bisogni, su come cioè riformulare l’offerta regionale di orientamento, formazione e collocamento per abbassare la soglia di ingresso dei cittadini dei Paesi terzi nel mercato del lavoro.

Le principali proposte dei Focus Group sono state:

  • la creazione di una rete tra i servizi, dopo aver svolto una mappatura degli stessi, per indirizzare i potenziali utenti in modo più chiaro;
  • la creazione di un comitato di rappresentanza che periodicamente analizzi le criticità del sistema dei servizi e individui soluzioni concertate per potenziarne la fruizione;
  • la dotazione di un mediatore/facilitatore, capace di attrarre e facilitare il dialogo tra operatori dei servizi, tra lavoratori e servizi, tra lavoratori e imprese;
  • l’implementazione di una piattaforma online comune a tutti gli operatori e fruibile dai beneficiari finali, per facilitare lo scambio di informazioni tra operatori e stimolare l’accesso dei migranti al mondo del lavoro regionale;
  • la creazione di infopoint diffusi (scuole, stazioni ferroviarie, ospedali) dotati di brochure, locandine e materiale informativo specifico per stranieri.

Febbraio ha dato il via alla costruzione della rete per l’inclusione lavorativa dei cittadini dei Paesi Terzi, molto è stato fatto, molto resta ancora da fare!

In un momento come questo è, però, fondamentale seguire e rispettare le misure di sicurezza messe in atto per contrastare il COVID-19. Per tale motivo, a seguito del DPCM dell’8 marzo 2020, abbiamo spostato l’appuntamento del prossimo Focus Group a data da destinarsi. Vi terremo aggiornati sugli eventuali cambiamenti.

Fami Prima, realizzato dalla Regione Abruzzo in partenariato con ATS che include un’ampia compagine di Associazioni ed Organizzazioni Non Profit della Regione Abruzzo

FONDO ASILO MIGRAZIONE INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020
Obiettivo Specifico 2 Integrazione/Migrazione Legale. Obiettivo Nazionale ON2- Integrazione/Migrazione legale- Autorità delegata-PRIMA: Progetto per l’integrazione lavorativa dei Migranti. Progetto dal titolo: “Lavoro Migrante- REILAB Rete per l’inclusione il lavoro e il bene comune” – Codice progetto: PROG – 2425


Mappatura dei servizi per l’integrazione dei Cittadini di Paesi Terzi

Svolgi interventi (servizi, progetti e iniziative) per l’integrazione dei cittadini di Paesi Terzi nella Regione Abruzzo?

Allora abbiamo un questionario per te!

Questo questionario aiuterà la Regione Abruzzo e i Partner del Progetto FAMI “Lavoro Migrante – REILAB Rete per l’inclusione, il lavoro e il bene comune” a raccogliere informazioni sui diversi interventi d’integrazione dei cittadini di Paesi Terzi in Abruzzo.
Ti chiediamo solo 5 minuti di tempo per compilare e condividere con noi il tuo lavoro. Il materiale sarà raccolto in dei prontuari e le buone prassi saranno diffuse su canali nazionali (compreso sul portale Integrazione Migranti) e regionali.

I questionari sono suddivisi per Province, puoi cliccare sulla tua Provincia di riferimento e rispondere alle domande!

PESCARA:  https://it.surveymonkey.com/r/C22SRQB

CHIETI: https://it.surveymonkey.com/r/GG6JRTN

TERAMO: https://it.surveymonkey.com/r/GBBX7X3

L’AQUILA: https://it.surveymonkey.com/r/GP2V55P

Condividi questa mappatura con altri enti e servizi del territorio, per fare in modo di raccogliere maggiori informazioni possibili!

FONDO ASILO MIGRAZIONE INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020
Obiettivo Specifico 2 Integrazione/Migrazione Legale.
Obiettivo Nazionale ON2- Integrazione/Migrazione legale- Autorità delegata-PRIMA: Progetto per l’integrazione lavorativa dei Migranti Codice progetto: PROG – 2425